Liber

Marianna De Pilla

Fabiola D’Amico, tra amori da favola e sensuali tentazioni

Fabiola D'Amico, tra amori da favola e sensuali tentazioni

Nella meravigliosa Bagheria, fra i suoni e i sapori di una terra ricca di storia, vive una donna, impiegata, casalinga, mamma, moglie ma soprattutto scrittrice versatile, dalla spiccata fantasia, caparbietà e capacità di narrarci storie che vorresti vivere in prima persona viaggiando nel tempo. Ha pubblicato molti romanzi, di svariati generi, sia con piccole e grandi case editrici, sia come autrice selfpublished. E adesso è in tutti gli store con Un giorno da favola edito da Newton Compton. Do il benvenuto a Fabiola D’Amico.

 

Fabiola, partiamo da UN GIORNO DA FAVOLA, la storia di Francesca, una sessuologa trentenne, single dopo una deludente storia d’amore. La sua passione sono i romanzi di ambientazione storica e sogna un amore come quello delle loro protagoniste. Raccontaci come nasce il personaggio di Francesca e se ti somiglia in qualche modo.

Il romanzo, i protagonisti, tutto, insomma, è nato per gioco. Stavo scherzando con delle amiche su facebook, e mi sono ritrovata a pensare che sarebbe stato carino parlare di una donna moderna ma con la testa al passato. Una come me, insomma. E soprattutto mi sarebbe piaciuto parlare dei romanzi che mi danno tante emozioni. Tanti romanzi nel romanzo.

 

In tutte le favole, c’è sempre un principe. Nella tua c’è Christian, un uomo cinico e freddo che crede che l’amore sia roba da romanzi d’appendice, e che la trasgressione e il dio denaro abbiano la meglio sui valori morali. L’angioletto sussurra a Francesca che è un uomo ammirevole, non il solito maschio alfa. Il diavoletto invece pensa solo a suggerire a Francesca che questa è la volta buona per copulare! Christian…che vuole?

Un rapporto serio. È un uomo provato dalla vita, con grandi responsabilità. Il tempo del gioco è finito. Non cerca avventure, né relazioni sessuali. E poi incontra Francesca e sente che è diversa dalle donne che frequenta di solito. E se fosse quella giusta? Da questo punto di vista è un uomo romantico, ma non lo ammetterà mai. Lui crede nell’amore.

 

Facciamo un passo indietro…e torniamo alla lettura e alla scrittura. Vogliamo sapere quando hai iniziato, quando trovi oggi il tempo per coltivarle, e se c’è qualcuno che vorresti ringraziare per averti trasmesso questa passione e che ti supporta.

Ho iniziato a coltivare il sogno di scrittrice al tempo della laurea. Prima le storie le sognavo soltanto. Mi avevano detto che non sapevo scrivere, quindi mettere nero su bianco le mie fantasie sarebbe stata una perdita di tempo. In famiglia non c’è nessuno che abbia la passione di scrivere mentre la mia mamma mi ha trasmesso la passione per la lettura.

 

“Non riuscirai più a mangiare cioccolato senza pensare a Santiago” è una delle frasi più ricorrenti esclamate dalle lettrici dopo aver letto “Sensuali tentazioni sull’Orient Express”. Il romanzo, che associa il gusto per il cibo al piacere fisico, nasce per spazzare via dalle donne italiane il sogno proibito di Christian Grey, per omaggiare il cioccolato, per fare un viaggio sul’orient express o…dicci tu Fabiola!

Volevo creare una storia erotica ma senza un lui tormentato, o un passato da nascondere. Volevo una storia erotica diversa. Sono riuscita nel mio intento? In realtà credo che Santiago sia una dominatore, Anais è creta nelle sue mani. Chi di noi non lo sarebbe? Il suo sguardo, la sua passione… ok, lo ammetto sono innamorata di Santiago.

 

La tua passione sono i romanzi storici. Tuttavia hai scritto romanzi erotici e romantici. Pensi mai ad un giallo, un fantasy o un libro di cucina?

Non mi sentirei all’altezza di un giallo. Fantasy? Ho scritto favole, rientrano nel genere? Libri di cucina? Le ricette in fondo al libro di sensuali tentazioni potrebbero essere un inizio.

 

Selfpublishing, e case editrici, dalle più piccole alle più grandi, le hai provate tutte. Pro e contro e cosa sceglieresti o inventeresti per tutelare al meglio i diritti d’autore.

Mi dispiace dirlo, la mia esperienza con le piccole CE, ad esclusione di alcune, è stata molto deludente. Il selpublishing è una rivoluzione, la consiglio, un buon trampolino per farsi conoscere ma ti attira molte critiche, quindi spalle larghe. Anzi larghissime. La grande CE è un’esperienza alla quale tutti aspiriamo, è un sogno accarezzato da molti, ma restarci è la vera sfida. Vivo nell’incubo di non avere un futuro contratto. Tutelare i diritti di autori? Brancolo nel buio, soprattutto in riferimento alla pirateria.

 

E ora, per conoscerti meglio vogliamo che tu ci dia una serie di risposte secche…

Il prossimo romanzo che scriverai è?

Il sequel della favola.

Trova il filo conduttore di tutti i tuoi romanzi.

La speranza, la fedeltà, la lealtà.

La trasposizione cinematografica di “Un amore da favola” te la immagini?

Sì! Un misto tra cartone e film. Magari.

Visto che sei una donna poliedrica e passionale, con quale personaggio, diverso da Santiago e da tuo marito, faresti il viaggio sul tuo Orient express?

Con Ethan!

Cosa ti piace fare quando non scrivi e non leggi.

Cucinare per la mia famiglia, ridere con le mie bambine.

Il tuo motto di vita.

Non smettere mai di sognare.

GRAZIE FABIOLA!

 

E questa volta vi lascio con dei brevi estratti tratti da alcuni romanzi di Fabiola D’Amico

Eppure il suo cuore non aveva smesso di sognare e non potendo vivere una storia d’amore, si era consolata comprando centinaia di romanzi rosa, tutti ovviamente a lieto fine. Tra le tante storie, sia lei che Maria avevano finito per preferire i romanzi storici, soprattutto quelli di ambientazione regency. Avevano perfino creato uno dei tanti blog che spopolavano sulla rete, in cui sbandieravano il loro apprezzamento per Jane Austen e tutte le scrittrici di rosa. Seduzioni regency, lo avevano chiamato”.

(da Un amore da favola”).

 

Voglio essere l’aria che respiri, il letto dove dormi, la musica che ascolti, il bicchiere dal quale bevi, il libro che leggi prima di addormentarti, il tuo spazzolino da denti, la tua mano quando ti tocchi… voglio essere il tuo mondo piccola. Tutto ciò che ti circonda.

(da “Un uomo da amare”)

 

Ti darò tutto ciò che vuoi ma a modo mio. Ti darò il piacere che cerchi. Puro piacere.” (da “Sensuali tentazioni sull’Orient Express)

© Riproduzione Riservata
Tags

Marianna De Pilla

Nata nella splendida cornice del Gargano, avvocato, speaker di Civico93.it, famosa webradio pugliese, appassionata di fotografia, ma soprattutto accanita lettrice. Su www.civico93.it conduce, fra l’altro, un programma, LIBER, che si occupa di cultura, libri e soprattutto di interviste agli autori italiani. Questo blog nasce dall’idea di creare un connubio fra radio e blog, e di sottrarvi, attraverso le parole profuse dagli scrittori, alle vostre schiavitù quotidiane. Perché leggere è libertà, esattamente come amare e sognare (cit.D.P.)

Utenti online